Condizioni generali di contratto (CGC)

Stato: 02/01/2015

Art. 1 Campo di applicazione

(1) Le presenti Condizioni Generali di Contratto valgono esclusivamente e per tutte le future attività con l’acquirente. Non riconosciamo condizioni dell’acquirente discordanti o diverse dalle nostre Condizioni di vendita, a meno che non ne abbiamo accettato la validità per iscritto. Le nostre condizioni valgono anche se, pur essendo a conoscenza del fatto che le condizioni dell’acquirente sono contrarie o diverse dalle nostre, effettuiamo comunque consegne all’acquirente senza riserva.
(2) Le nostre Condizioni di vendita valgono solo nei confronti di aziende ai sensi dell’art. 14 del Codice Civile.

Art. 2 Offerta e conclusione di contratti

(1) Se non indicato diversamente nella conferma d’ordine, le nostre offerte non sono impegnative.
(2) Se il nostro personale di vendita prende accordi verbali o promette di eccedere quanto indicato in un ordine scritto o una conferma scritta di ordine da parte nostra, questi diventano vincolanti solo dopo il ricevimento della nostra conferma per iscritto.
(3) È strettamente vietata la vendita su campione (art. 454 del Codice Civile).
(4) Non ci riteniamo vincolati da errori ovvi come errori di ortografia, di stampa e di calcolo nella redazione dell‘offerta. Le informazioni fornite nei documenti appartenenti all’offerta come illustrazioni, disegni, indicazioni di peso e misura, in particolare su prestazioni e applicazioni dei prodotti forniti, valgono come garanzia delle proprietà ai sensi dell’art. 443 del Codice Civile, solo se dichiarato espressamente per iscritto.

Art. 3 Tempi di consegna, ritardi, impossibilità, consegne parziali

(1) Le date e i termini di consegna concordati non rappresentano un contratto fisso, se non acconsentito espressamente per iscritto.
(2) Il nostro impegno alla consegna sottintende una consegna completa e tempestiva da parte dei nostri fornitori, a meno che la mancata consegna o ritardo nella consegna sono imputabili a noi.
(3) Circostanze fuori dal nostro controllo, casi di forza maggiore (in particolare scioperi, serrate, carenze di materie prime o energia e interruzioni aziendali) e interruzioni o limitazioni di uno o più dei nostri fornitori ci sollevano dal dovere di consegna per la durata dell’interruzione e durante il periodo interessato dalle conseguenze. In questi casi siamo tenuti a informare l’acquirente per iscritto non appena siamo a conoscenza che i tempi di consegna concordati non saranno rispettati. L’acquirente può quindi recedere dal contratto, se non viene concordata immediatamente la consegna entro termini adeguati su richiesta dell’acquirente. In questo caso non saranno accettate richieste di risarcimento a causa di ritardi o inadempimento. In caso di ordini il cui adempimento è composto da varie consegne singole, il mancato adempimento, l’adempimento insufficiente o l’adempimento in ritardo di una delle consegne non hanno conseguenze sulle altre consegne dell’ordine. Se a causa di problemi nella consegna non dovessimo disporre di quantità di prodotti sufficienti del tipo specificato per la consegna di tutte le quantità ordinate, siamo autorizzati a ridurre la quantità consegnata senza ulteriore obbligo di consegna.
(4) Consegne parziali sono ammesse in misura ragionevole.

Art. 4 Spedizione, trasferimento del rischio

(1) Se non concordato diversamente, il tipo e la modalità di spedizione sono a nostra discrezione, in particolare sulla base dell’accordo sui termini commerciali (INCOTERMS 2010).
(2) Se non concordato diversamente, alla consegna allo spedizioniere o al corriere, e al più tardi alla partenza dal nostro magazzino o dall’impianto di produzione, il pericolo di un’eventuale perdita o deterioramento della merce passa all’acquirente, in particolare sulla base dell’accordo sui termini commerciali (INCOTERMS 2010).
(3) La merce pronta per la spedizione deve essere prelevata immediatamente dall’acquirente alla data concordata. Se la spedizione subisce ritardi su richiesta o per colpa dell’acquirente o se l’acquirente causa altre negligenze, siamo autorizzati a chiedere il risarcimento dei danni a noi causati, comprensivi di spese aggiuntive. In caso di ritardo negligente nell’accettazione siamo autorizzati (fermi restando  ulteriori rivendicazioni e diritti) a utilizzare prezzi superiori in vigore nel giorno della consegna come risarcimento danni forfettario. L’acquirente è libero di dimostrare che l’importo dei danni è minore.
(4) Su richiesta dell’acquirente, copriremo la consegna con un’assicurazione sui trasporti; l’acquirente si fa carico dei costi risultanti. Nel caso in cui esistano altri accordi come da termini commerciali (INCOTERMS 2010), questi hanno la precedenza su questa clausola.

Art. 5 Prezzi, pagamento, sconti

(1) Se nel periodo tra la stipula del contratto e la consegna si verificano variazioni dei prezzi della merce in consegna, abbiamo il diritto di applicare i prezzi in vigore il giorno della consegna, se non è stato concordato un prezzo fisso. In caso di aumento dei prezzi, l’acquirente ha diritto di recedere dal contratto entro 14 giorni dalla comunicazione dell’aumento dei prezzi. Se non concordato diversamente, i prezzi si intendono netti più costi di trasporto e IVA; in caso di termini commerciali concordati, valgono questi ultimi (INCOTERMS 2010).
(2) Se non è stato concordato un prezzo fisso, in caso di aumenti imprevisti dei prezzi dei fornitori e dei costi di salari e di trasporto al momento della stipula del contratto, siamo autorizzati ad aumentare i prezzi in proporzione. Lo stesso si applica per aumenti doganali e di tasse entrati in vigore dopo la stipula del contratto.
(3) Se calcolati sul valore della merce, eventuali sconti concordati vengono applicati sul valore netto della merce esclusi imballaggi, supplementi e imposte; diversamente vengono applicati sulla merce ordinata. Il diritto a questi sconti è basato sul pagamento puntuale e completo della merce fornita.
(4) Il pagamento del prezzo di vendita deve avvenire entro la data indicata nella fattura. Lo sconto sul valore della fattura indicato in fattura sarà detratto solo se l’importo della fattura ci perviene entro la scadenza di pagamento indicata in fattura. I pagamenti saranno utilizzati per saldare i debiti più arretrati, compresi gli interessi maturati a scadenza e/o di mora. Non so applicano sconti se l’acquirente è in ritardo con il pagamento di una consegna precedente. Il pagamento del prezzo di acquisto tramite cambiali o assegni deve essere concordato per iscritto; assegni e cambiali si accettano solo salvo buon fine. Cambiali e assegni vengono accreditati con data valuta del giorno in cui l’importo ci perviene.
(5) L’acquirente può presentare domande riconvenzionali contro eventuali arretrati solo quando queste domande riconvenzionali sono incontestate e legali o sono state riconosciute; sarà autorizzato a trattenere importi solo nella misura in cui la sua domanda riconvenzionale è connessa a e basata sullo stesso accordo contrattuale.
(6) Se le nostre fatture non vengono pagate entro i termini da noi indicati, siamo autorizzati ad applicare interessi di mora dell’8% annuo oltre al tasso base ai sensi dell’art. 247 del Codice Civile, a meno che l’acquirente possa dimostrare l’assenza di danni o la presenza di danni di lieve entità a conseguenza del ritardo nei pagamenti. Si riserva il diritto al risarcimento di altri danni.
(7) Se l’acquirente è in ritardo con i pagamenti, siamo autorizzati (fermi restando  ulteriori rivendicazioni e diritti) a richiedere il pagamento immediato dell’importo e a eseguire ulteriori consegne solo dietro pagamento anticipato o prestazione di garanzia. Lo stesso vale quando veniamo a conoscenza a posteriori di circostanze per le quali si verifica un ovvio deterioramento della situazione finanziaria dell’acquirente, che mette a serio rischio il pagamento delle nostre fatture.
(8) Nei casi sopracitati al punto (7) possiamo richiamare l’addebito diretto ai sensi dell’art. 6 comma (6) e, per le consegne ancora da eseguire, richiedere pagamento anticipato. Come citato nell’art. 6 comma (3), l’acquirente ha il diritto di evitare eventuali pagamenti anticipati e le conseguenze legali tramite prestazione di garanzia per l’importo del pagamento a rischio.

Art. 6 Riserva di proprietà, garanzie

(1) La merce consegnata rimane di nostra proprietà fino al pagamento del prezzo d’acquisto e alla cancellazione di tutti i crediti esistenti nella relazione commerciale. Ciò vale anche se i pagamenti hanno avuto luogo per richieste separate. La cessazione di richieste singole in una fattura corrente o la chiusura del conto e la sua approvazione non pongono fine alla riserva di proprietà. Se abbiamo acconsentito al pagamento del prezzo di acquisto da parte dell’acquirente tramite una cambiale, la conservazione del titolo scade solo dopo che la cambiale è stata estinta dall’acquirente.
(2) Se la merce parafernale viene lavorata insieme ad altri articoli non di nostra proprietà, ci spetta la comproprietà della nuova merce in rapporto al valore della fattura della merce parafernale con il valore della fattura dell’altra merce e del valore di produzione. Per la merce ottenuta dopo la lavorazione vale lo stesso che per la merce consegnata con riserva. Se il nostro titolo di proprietà scade attraverso la combinazione o l’unione della merce acquistata con altra merce non di nostra proprietà, otterremo la comproprietà della nuova merce in rapporto al valore della merce acquistata con l’altra merce al momento dell’unione. Se l’unione avviene in un modo per il quale la merce dell’acquirente viene interpretata come merce principale, è sottinteso che l’acquirente ci passi il titolo di comproprietà in proporzione. L’acquirente deve salvaguardare gratuitamente per noi la proprietà esclusiva o comproprietà così creata.
(3) Se l’acquirente è in ritardo con i pagamenti o non estingue una cambiale in scadenza, per il valore del 10% del nostro credito, siamo autorizzati a proibire la rivendita della merce consegnata con riserva di proprietà.
(4) L’acquirente ha il diritto di rivendere la merce nel regolare andamento degli affari alle usuali condizioni commerciali con riserva di proprietà. L’acquirente ci assegna subito tutti i crediti ottenuti dalla rivendita al suo acquirente o a terzi, per l’importo finale (IVA inclusa) dei nostri crediti, indipendentemente dal fatto che la merce sia stata venduta prima o dopo lavorazione o mescolamento. Se l’acquirente ha un conto con i suoi clienti nel quale vengono pagati i crediti della rivendita della merce fornita da noi, si concorda che i crediti in favore dell’acquirente proveniente da tale accordo saranno assegnati a noi per l’importo del nostro credito nei confronti dell’acquirente. I crediti della rivendita servono come sicurezza nella stessa misura della merce parafernale.
(5) In caso di sequestro o altri interventi da parte di terzi, l’acquirente deve informarci immediatamente per iscritto. Su nostra richiesta, l’acquirente deve fornire tutte le informazioni necessarie sull’inventario dei beni di nostra proprietà e comproprietà e sui crediti assegnati a noi ai sensi del comma (4) e deve darci accesso ai suoi magazzini per consentire il controllo, l’inventario, e, se le condizioni lo permettono, il trasporto delle merci.
(6) L’acquirente ha il diritto di raccogliere crediti dalla rivendita, a meno che non revochiamo l’autorizzazione nei casi citati al comma (3). In questo caso l’acquirente è obbligato a richiedere ai suoi clienti la cessione immediata dei crediti a nostro favore, a metterci a conoscenza delle informazioni necessarie e a consegnarci i relativi documenti.
(7) Ci impegniamo a svincolare le garanzie che ci spettano dall’acquirente, se il valore netto di realizzo delle nostre garanzie supera i crediti garantiti di oltre il 10%; le garanzie saranno svincolate a nostra discrezione.

Art. 7 Difetti, reclami e garanzia

(1) I diritti di garanzia dell’acquirente prevedono che ai sensi dell’art. 377 del Codice di Diritto Commerciale egli debba debitamente rispettare i doveri di ispezione e obiezione.
(2) Se non concordato diversamente, la qualità contrattuale della merce è determinata dalla descrizione del nostro prodotto. Dichiarazioni pubbliche, consigli o pubblicità di terze parti sono irrilevanti in questo contesto.
(3) Abbiamo il diritto di effettuare modifiche di poco conto o dovute a sviluppi tecnici dell’oggetto senza consultare l’acquirente relativamente al contenuto del contratto, a patto che l’usabilità non sia compromessa. 
(4) Le nostre quantità sono indicative. Aumenti o diminuzioni fino al 5% della quantità della fornitura non costituiscono un difetto.
(5) Le merci difettose possono essere rese solo con il nostro esplicito consenso.
(6) Se si verifica un difetto della merce, abbiamo il diritto di effettuare una sostituzione, una miglioria o in caso di consegna insufficiente, una riconsegna, a nostra scelta. Le spese supplementari per l’adempimento posticipato sostenute a causa del trasferimento della merce in un luogo diverso da quello della consegna richiesto dall’acquirente sono a carico dell’acquirente. Se l’adempimento posticipato non ha successo, l’acquirente può scegliere tra richiesta danni o rimborso spese, oltre a riduzione e reso. In caso di piccoli difetti, non è consentito recedere dal contratto.
(7) Non ci assumiamo alcuna responsabilità per danni derivanti da uso improprio, conservazione non adatta o manipolazione negligente della merce.

Art. 8 Limitazioni di responsabilità

Se in queste condizioni generali di vendita non è stabilito diversamente, decliniamo ogni responsabilità per richieste legali o contrattuali di danni o rimborso spese a causa di violazione di doveri contrattuali e non contrattuali in caso di frode, premeditazione e grave negligenza. Se violiamo un obbligo contrattuale per negligenza, il nostro obbligo di pagare danni o risarcimento sarà  generalmente limitato ai danni o alle spese prevedibili tipici per il tipo di contratto e sarà limitato, specialmente per danni successivi, alla copertura prevista dalla nostra (o un’altra adeguata) assicurazione di responsabilità civile e, in caso di danni richiesti per ritardi nella consegna, fino a un massimo del 5% del prezzo di acquisto. Sono escluse ulteriori richieste. La nostra responsabilità ai sensi della legge sulla responsabilità del produttore, di una garanzia o per lesioni personali rimane inalterata.

Art. 9 Informazioni e consulenza

Non siamo obbligati a fornire consulenza tecnica. Consigli e informazioni forniti non sono vincolanti, se non comunicati per iscritto. Questi non sollevano il cliente dall’obbligo di uso professionale e corretto dei nostri prodotti.

Art. 10 Diritti di tutela

(1) Stime dei costi, progetti, disegni e altri documenti che forniamo all’acquirente, restano di nostra proprietà e sottostanno al nostro diritto d’autore. Senza la nostra approvazione esplicita non possono essere copiati o resi disponibili a terzi.
(2) L’acquirente deve assicurarsi che con l’accettazione e l’esecuzione del contratto assegnato da lui non venga violato nessun diritto di proprietà intellettuale di terzi.
(3) Se vengono violati i diritti di proprietà intellettuale di terzi a causa di non conformità con l’art. (2), l’acquirente ci esonererà da qualunque richiesta da parte di terzi e ci rimborserà per tutte le perdite subite, compresi i mancati guadagni. Se un terzo presenta richieste contro di noi per presunto mancato adempimento, saremo autorizzati a rifiutare l’esecuzione del contratto e finché l’acquirente ci fornisce garanzie sufficienti, da determinare a nostra discrezione.

Art. 11 Elaborazione dei dati

I dati personali relativi al cliente raccolti nell’ambito del rapporto lavorativo saranno conservati ai sensi delle disposizioni della Legge federale sulla tutela dei dati.

Art. 12 Luogo di adempimento, giurisdizione e diritto applicabile

(1) A patto che l’acquirente sia un’azienda, il luogo di esecuzione e la giurisdizione per consegne e pagamenti (comprese azioni legali relative a assegni e cambiali) e tutte le dispute tra le parti è 26125 Oldenburg. L’esecuzione di procedure di arbitrato con esclusione delle vie legali ordinarie richiede la nostra autorizzazione scritta in tutti i casi.
(2) Le relazioni contrattuali sono soggette esclusivamente alla legge della Repubblica Federale Tedesca.

IT - Stato: 02/01/2015 ©

JUTEC® Hitzeschutz und Isoliertechnik GmbH